Power Bank ad energia Solare

Quante volte ti è capitato di ritrovarti fuori casa con il telefono, tablet o con qualunque altro dispositivo con la batteria quasi esaurita? Ebbene, molti produttori per ovviare a tale dilemma hanno pensato bene di realizzare delle batterie portatili in modo tale da avere lo smartphone sempre carico in ogni evenienza.

Hai mai sentito parlare dei power bank? Ebbene, sono proprio questi utilissimi oggetti che consentono di ricaricare lo smartphone senza dover utilizzare una presa di corrente. All’occasione basta accenderlo, collegare il cavo del power bank alla porta USB del telefono, ed il gioco è fatto.

Moltissimi sono i modelli a disposizione, così come le dimensioni, la capacità e le colorazioni, per non parlare delle tipologie. Infatti ce ne sono senza fili, senza batterie o senza cavi di collegamento. E poi ci sono anche i power bank solari che secondo la mia opinione stanno destando molta attenzione tra i consumatori, e molti preferiscono acquistarne uno solare perchè più versatile.

Power bank solari come funzionano?

Si tratta pur sempre di un caricabatterie portatile, ma a differenza dei classici modelli, questo si differenzia perchè si alimenta mediante l’energia solare. In questo modo l’accessorio lo potrai portare ovunque tu vada e si caricherà automaticamente attraverso i raggi solari, così non dovrai ricordarti di metterlo sotto carica.

Come scegliere il giusto Power Bank a ricarica Solare?

Anche per questa tipologia di power bank è doveroso porre attenzione ad alcune variabili in maniera tale che l’acquisto sia consono alle specifiche esigenze e aspettative. La mia opinione è quella di tener conto di queste caratteristiche:

1. Amperaggio

Prima di tutto l’attenzione deve essere rivolta all’amperaggio, perchè sarà proprio attraverso questo valore che potrai capire quante volte (dopo aver caricato il power bank) esso è capace di ricaricare a sua volta il tuo telefono o tablet che sia.

Questo valore è espresso in mAh. Ma facciamo un esempio pratico in modo che tu riesca a comprendere cosa sto dicendo: se il power bank che vuoi acquistare ha una capacità pari a 3.000 mAh, la batteria del tuo dispositivo deve essere di valore inferiore altrimenti il risultato che ne consegue è che il power bank non sarà in grado di  eseguire una carica completa.

2. Potenza

Un altro parametro su cui focalizzarti è la potenza, ovvero l’energia erogata. Per ogni porta di uscita il power bank eroga una quantità di energia differente. Quindi, affinché i tempi di carica siano ridotti devi controllare gli Ampere di ciascuna porta di uscita del power bank e quelli del dispositivo da caricare.

Per farla breve, se la tua intenzione è quella di caricare lo smartphone, non ti servirà un amperaggio altissimo, ma andrà bene anche un amperaggio medio. Diversamente dal cellulare, il power bank a ricarica solare per pc o tablet necessiterà di un amperaggio alto.

A seconda del fabbricante dunque, le porte di ricarica dei caricabatterie solari avranno una potenza tra i 5W e i 10W fornendo una corrente massima da 1A a 2A.

3. Efficienza

Per efficienza intendo la quantità di energia che puoi ottenere mediante la luce del sole. Attualmente i caricatori hanno un’efficienza tra il 21 e il 23% ma questo valore dipenderà dal pannello scelto e dalla collocazione dello stesso caricabatterie.

Come si ricarica correttamente un dispositivo con un Caricatore Solare? Alcuni consigli pratici:

Se vuoi ottenere il massimo delle prestazioni devi tenere conto di 3 elementi:

  • Pannello fotovoltaico: deve essere efficiente in maniera tale che sia in grado di convertire la luce solare in elettricità;
  • Tempo: molte volte il tempo incide significativamente sulle prestazioni del caricabatterie. In un giorno nuvoloso non ti aspettare di ottenere lo stesso risultato di una giornata di sole, anche se c’è da dire che si rivela significativo il pannello. Se è efficiente infatti, non avrai alcun problema;
  • Posizione del caricabatterie: i pannelli fotovoltaici del caricatore vanno collocati in una inclinazione di 30°.

Power bank solare: vale la pena acquistarlo?

Attualmente le prestazioni dei power bank solari più comuni non sono molto elevate rispetto al classico power bank, ma se consideriamo che un buon Power Bank con pannello solare, oltre alla ricarica solare permette di essere ricaricato tramite presa a muro come un classico PB portatile, allora è la scelta più azzeccata soprattutto se passi molto tempo all’aria aperta o se cerchi un Power Bank che si può ricaricare praticamente ovunque.

Dove e quale Power Bank solare acquistare?

Le migliori offerte le trovi ormai per lo più online, quello che vedi in figura è il miglior Power Bank solare disponibile in commercio (POWERADD 26800mah Apollo Plus). Oltre ad essere IPX7 resistente agli urti e per un uso in situazioni estreme, è dotato di numerosi accessori quali torcia e accendino.

Se non sai quale scegliere e vuoi andare sul sicuro, questo al momento è il miglio prodotto a ricarica solare presente in commercio:

POWERADD 26800mah Apollo Plus Powerbank Solare...*prezzi indicativi
  • Alta Capacità : Batteria da 26800mAh, un ingresso Micro di 5V / 2A e un ingresso di...
  • Pannello Solare Apollo Plus : Ad alta resa energetica e batteria ricaricabile, con...
  • Ricarica con Sole o Due Input 5V/2A : Può essere ricaricato tramite il largo pannello...
  • Torcia Dual LED : Luminosissima torcia Dual LED con diverse modalità, due torce a LED che...
  • Accendisigari Impermeabilità : Integrato di un accendisigari, molto comodo per quando si...
Chiudi il menu