La batteria dell'iPhone si scarica velocemente

Negli ultimi anni il mercato degli smartphone si è diviso in due categorie: da una parte c’è l’ecosistema Apple e dall’altra c’è il mondo Android composto da centinaia di brand e modelli diversi di smartphone. Visto che stai leggendo questo articolo, presumibilmente tu fai parte di coloro che si sono affidati all’ecosistema Apple.

Un recente studio (in realtà più di uno studio conferma questa tendenza anno dopo anno) indica che gli utenti di iPhone sono in linea generale soddisfatti dell’esperienza d’uso del proprio smartphone. Tuttavia, se dovessimo chiedere a 100 utenti di iPhone quale sia la cosa più fastidiosa e meno soddisfacente del proprio smartphone, 99 persone direbbero i problemi con la batteria.

Effettivamente anche se qualcosa è cambiato con i nuovi modelli di iPhone ci sono problemi di batteria che Apple si porta dietro da anni. Dopo gli iPhone 5 e 5S che avevano un’autonomia di mezza giornata circa, Apple ha un po’ migliorato la situazione con i suoi modelli iPhone 6, iPhone 6S  iPhone 7, iPhone 8, iPhone X dove c’è stato un certo incremento sia per quanto riguarda la capacità massima della batteria, sia per quanto riguarda la gestione dei consumi da parte di IOS12 e IOS13.

Ad ogni modo se sei un possessore di iPhone 6, iPhone 7 (qui un articolo per ottimizzare la batteria per alcuni vecchi modelli di iPhone), iPhone 8 e iPhone X probabilmente appartieni a quella categoria di utenti che è vittima dell’ansia quando arrivi a sera con la batteria quasi scarica. C’è da dire che Apple negli ultimi anni ha messo a disposizione dei suoi clienti le varianti “Pro”, “Plus” e “Max”per tutti coloro che non vogliono arrivare a fine giornata con l’ansia di trovare un cavetto lightning o trovare un caricabatteria a portata di mano. Però se non vuoi o non puoi cambiare il modello di iPhone in tuo possesso, questo articolo ti aiuterà a prendere in esame alcuni accorgimenti pratici per aumentare la durata della batteria del tuo iPhone.

Ottimizza l’autonomia e il ciclo di vita della batteria

Innanzitutto vorrei portare alla tua attenzione un piccolo paragrafo presente nel sito ufficiale di Apple, dal titolo “Ottimizza l’autonomia e il ciclo di vita della batteria”. Il succo del discorso è il seguente: “Se ottimizzi entrambi, farai rendere al massimo il tuo dispositivo Apple”.

Come spiega la società di Cupertino, quando si parla di “autonomia della batteria” si intende il numero di ore per cui il tuo dispositivo può funzionare prima di dover essere ricaricato. Molto più sottovalutato, invece, è il discorso relativo al “ciclo di vita” che ha a che fare, invece, con la durata complessiva della batteria, cioè il periodo di tempo prima che debba essere sostituita.

Cos’è il ciclo di vita di una batteria

In questo articolo ovviamente dovremo prendere in esame delle situazioni generiche, però tieni conto di questo aspetto: il ciclo vita di una batteria è legato in qualche modo anche ai vari cicli di ricarica. Per cui nel momento in cui vai a ricaricare la batteria del tuo iPhone 6, iPhone 7, iPhone 8, iPhone X due o tre volte al giorno presumibilmente il ciclo vita della tua batteria sarà molto più breve rispetto ad un iPhone utilizzato in maniera molto più blanda con una ricarica ogni giorno e mezzo/due giorni. Poi c’è da dire che per avere un’autonomia di due giorni su un iPhone 6, iPhone 7, iPhone 8 o iPhone X bisognerebbe utilizzarlo per gran parte del tempo come fermacarte e non è il caso.

Il senso di questo discorso è il seguente: se hai ricaricato troppe volte al giorno il tuo iPhone è possibile che il ciclo vita della tua batteria sia stato alterato rispetto alle aspettative “standard”. Se questo è il tuo caso devi rassegnarti a sostituire la batteria del tuo iPhone recandoti in un centro di assistenza Apple. Una spesa forse fastidiosa ma che potrebbe comunque allungare la “vita” naturale del tuo iPhone. In fondo un iPhone 7 o un iPhone 8 potrà comunque contare su qualche altro annetto per gli aggiornamenti software e quindi non ti conviene affrettarti a sostituire il tuo iPhone con un altro modello più recente. O almeno, non conviene farlo solo per un discorso di durata della batteria.

Strumento diagnostica della batteria iPhone

Un modo semplice (anche se non perfetto e non infallibile) è quello di utilizzare lo strumento di diagnostica batteria del tuo iPhone. Non tutti lo sanno ma con iOS 11 è stata ampliata la sezione Batteria all’interno del menu Impostazioni. Infatti, oltre a poter vedere la percentuale residua della batteria e vedere quali sono le app che hanno consumato maggiormente risorse energetiche, è stata introdotta la funzionalità “Stato Batteria” che permette di analizzare lo stato di usura della batteria.

Controllare lo stato di salute della batteria

Le due opzioni a nostra disposizione sono: 1) “capacità massima”  e 2) “capacità massima prestazioni”.

Capacità Massima

La prima opzione ha lo scopo di fornirti un’indicazione relativa all’attuale capacità della tua batteria in rapporto a quando la stessa era nuova, ossia quando hai acceso il tuo iPhone per la prima volta). Ovviamente il valore ideale sarebbe “100%” ma tecnicamente Apple considera normale un valore dell’80% dopo circa 500 cicli di carica. C’è da dire che secondo Apple chi ricarica correttamente la batteria una sola volta al giorno dopo un anno e mezzo circa dall’acquisto dovrebbe avere appunto una batteria ancora all’80% della sua potenzialità. Va da sé quindi che la sostituzione della batteria dovrebbe essere un’ipotesi abbastanza remota nei primi due anni dopo l’acquisto del tuo iPhone.

Tuttavia, siccome le cose non sempre filano lisce come l’olio la tua batteria potrebbe iniziare a perdere colpi.

Capacità Massima Prestazioni

In questo caso la seconda opzione, ossia “capacità massima prestazioni” dovrebbe aiutarti a capire se qualcosa non va. In condizioni normali dovresti vedere la dicitura “La tua batteria al momento offre prestazioni di picco standard”. Questo vuol dire che la batteria non dà segni di abbassamento delle prestazioni.

Puoi controllare queste due opzioni all’interno del menu  Impostazioni -> Batteria –> Stato Batteria. Tieni presente però che questo sistema è indicativo, non è preciso al 100%.

La mia batteria è OK. Perché allora si scarica velocemente?

Banalmente perché la batteria del tuo iPhone è troppo piccola per gestire il comportamento del tuo iPhone. Il modo di utilizzo di uno smartphone varia da persona a persona e ci sono utenti che riuscirebbero a scaricare in una giornata anche un power phone con una batteria da 5000 mAh, figuriamoci quella di un iPhone 6, iPhone 6S, iPhone 7, iPhone 8 o iPhone X.

Se la tua batteria non è usurata, devi semplicemente utilizzare alcuni accorgimenti per risparmiare batteria e aumentare l’autonomia.

Come far durare di più la batteria dell'iPhone

Accorgimenti per far durare di più la batteria del tuo iPhone:

  1. Attiva la modalità risparmio energetico. Solitamente IOS la attiva automaticamente quando la batteria raggiunge il 20% di carica. Per aumentarne autonomamente.
  2. Disattiva le connettività che non utilizzi. Se non hai bisogno del navigatore disabilità il GPS quando non lo utilizzi.
  3. Imposta un timer ragionevole per la disattivazione del display. Molte persone risvegliano il display solo per controllare l’ora e le notifiche e poi mettono lo smartphone su un tavolo senza spegnere manualmente lo schermo. Se appartieni a questa categoria di persone imposta un timer di pochi secondi
  4. Spegni o metti in modalità aereo lo smartphone di notte
  5. disattiva vibrazione e feedback aptico
  6. Se hai un iPhone X o comunque un iPhone con display AMOLED sfrutta il più possibile il tema scuro. Questa particolare tecnologia spegne i pixel quando lo schermo deve riprodurre la colorazione nera. Discorso valido anche per lo sfondo.
  7. Ogni app consuma energia. Disinstalla tutte quelle che non ti servono e soprattutto limita l’uso in background per quelle che non utilizzi di frequente o per le quali non ti servono notifiche istantanee. Questa funzione la trovi su Impostazioni > Generali > Aggiorna app in background

Se dopo questi suggerimenti dovessi avere ancora problemi di batteria, c’è l’ultima soluzione: l’acquisto di un Power Bank affidabile. Questi strumenti sono sempre più diffusi anche perché ce ne sono alcuni poco ingombranti che permettono di ricaricare completamente il tuo iPhone almeno una o due volte. Tenerne sempre uno con se può essere una buona soluzione per non arrivare a fine giornata con l’acqua alla gola.

Se non sai quale scegliere qui puoi trovare i migliori Power Bank per migliorare l’autonomia del tuo Smartphone.

Chiudi il menu